Cerca:
Ase risponde Bacheca News Link utili Area riservata
 
Home
Pubblicazioni ASE
Documentazione
Convegni, seminari e corsi di ASE
Formazione lavoratori
Tavolo tecnico ASE-AUSL-DPL
RLS / RLST - Rappresentante Lavoratori per la Sicurezza


 
VIBRAZIONI

ESPOSIZIONE A VIBRAZIONI (D.LGS 81/2008) - TITOLO VII - Capo III - D.Lgs. 81/2008


Il 21 settembre 2001 era stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il D.Lgs 187/2005 (ora D.Lgs. 81/2008):
“ Attuazione della direttiva 2002/44/CE sulle prescrizioni minime di sicurezza e di salute relative all’esposizione dei lavoratori ai rischi derivanti da vibrazioni meccaniche”
Il decreto, che affiancava l'ex D.Lgs 626/94, prescrive le misure per la tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori che sono esposti o possono essere esposti ai rischi delle vibrazioni meccaniche.

E’ posta l’attenzione su:
·    vibrazioni trasmesse al sistema mano-braccio (HAV), che possono provocare tra l’altro disturbi vascolari, osteoarticolari, neurologici o muscolari. L’esposizione a questo tipo di vibrazione, può derivare tra l’altro dall’utilizzo delle seguenti attrezzature: martelli demolitori, scanalatrici, trapani a percussione, smerigliatrici angolari a disco (flessibile), seghe circolari, seghetti alternativi, motoseghe, vibratori per calcestruzzo, decespugliatori, ecc.
·    vibrazioni trasmesse al corpo intero (WBV), che possono provocare tra l’altro lombalgie e traumi del rachide. L’esposizione a questo tipo di vibrazione può derivare tra l’altro dall’utilizzo delle seguenti attrezzature: ruspe, pale meccaniche, escavatori, camion, carrelli elevatori, autogrù, rulli compressori, vibrofinitrici, autogrù, gru a torre, ecc.

LA VALUTAZIONE DEI RISCHI
L’art. 202 del D.Lgs 81/2008, prescrive l’obbligo a carico del datore di lavoro di eseguire la valutazione dei rischi, a cui sono soggetti i propri lavoratori, derivanti dall’esposizione a vibrazioni.
Per individuare l’entità dell’esposizione alle vibrazioni il datore di lavoro può procedere anche senza effettuare misurazioni, qualora siano disponibili informazioni in merito ai valori dell’entità della vibrazione. Le informazioni, che permettono l’esecuzione della valutazione senza misurazioni sono: indicazioni fornite dal costruttore della macchina e dell’attrezzatura ai sensi del DPR 459/96 (direttiva macchine), valori desunti dalla Banca Dati ISPESL (on line da novembre 2005)
Le misurazioni, necessarie per le attività senza bibliografia, devono essere condotte da personale esperto secondo la metodologia riportata nell’allegato del decreto.
L’esito della valutazione del rischio e le conseguenti misure di prevenzione e protezione deve essere formalizzato all’interno di un documento di valutazione del rischio.
La valutazione del rischio deve essere periodicamente ripetuta.

La valutazione dei rischi è divenuta obbligatoria dal 1 gennaio 2006, quindi a questa data, in azienda deve essere presente il documento di valutazione dei rischi.


I VALORI LIMITE DI ESPOSIZIONE ALLE VIBRAZIONI (art. 201 D.Lgs. 81/2008)
Al fine della valutazione del rischio, il decreto fornisce i valori limite di esposizione alle vibrazioni e cioè:

a) per le vibrazioni trasmesse al sistema mano-braccio:
    1) il valore limite di esposizione giornaliero, normalizzato a un periodo di riferimento di 8 ore, e' fissato a 5 m/s2; mentre su periodi brevi e' pari a 20 m/s2;
    2) il valore d'azione giornaliero, normalizzato a un periodo di riferimento di 8 ore, che fa scattare l'azione, e' fissato a 2,5 m/s2.
b) per le vibrazioni trasmesse al corpo intero:
    1) il valore limite di esposizione giornaliero, normalizzato a un periodo di riferimento di 8 ore, e' fissato a 1,0 m /s2;  mentre su periodi brevi e' pari a 1,5 m/s2;
    2) il valore d'azione giornaliero, normalizzato a un periodo di riferimento di 8 ore, e' fissato a 0,5 m/s2.

2. Nel caso di variabilita' del livello di esposizione giornaliero va considerato il livello giornaliero massimo ricorrente

I valori di cui al punto a) non devono mai essere superati, mentre il superamento dei valori b) fa scattare l’allerta e costringe il datore di lavoro a prendere dei provvedimenti urgenti.

LE MISURE DI PREVENZIONE E PROTEZIONE (art. 203 D.Lgs. 81/2008)
A seguito della valutazione dei rischi il datore di lavoro deve adottare delle ben precise misure di tutela che sono:
a) altri metodi di lavoro che richiedono una minore esposizione a vibrazioni meccaniche
b) la scelta di attrezzature di lavoro adeguate concepite nel rispetto dei principi ergonomici e che producono, tenuto conto del lavoro da svolgere, il minor livello possibile di vibrazioni
c) la fornitura di attrezzature accessorie per ridurre i rischi di lesioni provocate dalle vibrazioni, quali sedili che attenuano efficacemente le vibrazioni trasmesse al corpo intero e maniglie o guanti che attenuano la vibrazione trasmessa al sistema mano-braccio
d) adeguati programmi di manutenzione delle attrezzature di lavoro, del luogo di lavoro e dei sistemi sul luogo di lavoro
e) la progettazione e l'organizzazione dei luoghi e dei posti di lavoro
f) l'adeguata informazione e formazione dei lavoratori sull'uso corretto e sicuro delle attrezzature di lavoro, in modo da ridurre al minimo la loro esposizione a vibrazioni meccaniche
g) la limitazione della durata e dell'intensità' dell'esposizione
h) l'organizzazione di orari di lavoro appropriati, con adeguati periodi di riposo
i) la fornitura, ai lavoratori esposti, di indumenti per la protezione dal freddo e dall'umidità'.

I lavoratori esposti a vibrazione devono essere sottoposti a sorveglianza sanitaria almeno una volta all’anno da parte del medico competente o con periodicità diversa decisa dal medico competente con adeguata motivazione.

LE SANZIONI (art. 219 D.Lgs 81/2008)
La mancata effettuazione della valutazione dei rischi e la mancata adozione di misure di prevenzione e protezione è punita con l’arresto da 4 a 8 mesi o con l’ammenda da 2.000 a 4.000 euro.




Torna indietro
   
Associazione per la Sicurezza in Edilizia A.S.E. - CPT di Reggio Emilia
Via del Chionso 22/A - 42122 Reggio Emilia (RE) - C.F. 91085760352 - P.I. 01904970355